Rotonda dispersi del Naufragio del Piroscafo Oria

Rotonda Dispersi del naufragio del Piroscafo Oria. Bologna

Giovedì 9 novembre 2017, a Bologna, è stata intitolata una rotonda ai Dispersi del Piroscafo Oria.

All’inaugurazione hanno partecipato Virginia Gieri (Assessore del Comune di Bologna), Marzia Benassi (Presidente del Quartiere Savena), Michele Ghirardelli e altri rappresentanti della Rete dei Familiari dei Caduti dell’Oria, la Sezione di Olgiate Olona dell’Associazione Nazionale delle Famiglie dei Caduti e Dispersi in Guerra, la Sezione di Bologna dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, la Sezione di Bologna dell’Associazione Arma Aeronautica, l’Associazione Nazionale dei Carabinieri, la Sezione di Bologna dell’ANGET, rappresentanti dell’Esercito e dell’Aeronautica, la Fondazione CDSE di Vaiano.

Foto di Salvatore Criniti.

Intitolazione di una rotonda ai Dispersi del Piroscafo Oria

Giovedì 9 novembre 2017 alle ore 12,30  a Bologna  verrà intitolata, ai Caduti dell’Oria, la rotonda dell’incrocio Via Due Madonne – Via Malvezza – Via Karl Marx

All’inaugurazione parteciperanno:

  • Virginia Gieri – Assessore Comune di Bologna
  • Marzia Benassi – Presidente Quartiere Savena
  • Michele Ghirardelli – Rappresentante della Rete dei Familiari Dispersi Piroscafo Oria

Per chi raggiunge il luogo:

  • in treno: dalla Stazione centrale prendere l’autobus n.25 e scendere al Capolinea deposito Due Madonne
  • in auto: impostare sul navigatore Via Malvezza 1 Bologna
  • dall’autostrada: Uscita San Lazzaro, Tangenziale direzione Bologna, Uscita 12
  • il luogo su Google Map

Chi volesse partecipare, dopo la cerimonia di intitolazione, al pranzo e alla visita del centro storico di Bologna, è pregato di contattarci all’indirizzo email:

piroscafooria@gmail.com (entro il 3 novembre).

Foto in evidenza: Wikipedia

Omaggio del Presidente Mattarella al monumento per i Dispersi nel Naufragio del Piroscafo Oria

Mattarella omaggia i Caduti dell'Oria

Oggi, mercoledì 6 settembre 2017, con un fuori programma nella sua visita in Grecia, il Presidente Mattarella ha sostato a 25 miglia a sud di Atene, sul luogo del monumento dedicato alle Vittime del naufragio del Piroscafo Oria.

La nave affondò a causa di una tempesta il 12 febbraio 1944, mentre trasportava da Rodi verso la prigionia Internati Militari Italiani che dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 si erano rifiutati di proseguire la guerra sulla parte nazifascista. Su circa 4200 appartenenti a varie armi, non più di 30 si salvarono.

Il Presidente Mattarella ha ricevuto dal subacqueo che identificò il relitto, Aristotelis Zervoudis, una gavetta (ritrovata sul luogo) e un messaggio di ringraziamento con un appello a tutelare la memoria storica e materiale dell’evento, a nome delle Autorità locali, dell’intera Popolazione dell’Attica che sin dalla notte del naufragio fu vicina alle Vittime e della rete dei Familiari dei Caduti.

Negli ultimi anni, diversi sono stati i momenti che hanno fatto uscire dall’oblio questo episodio prima sconosciuto.

Giornali, televisioni, studiosi storici si sono occupati della vicenda.
Convegni e cerimonie hanno trattato il tema.
L’Ambasciata Italiana ad Atene ha inserito regolarmente dal 2014 la data nella propria agenda.
Sono state intitolate strade in numerose parti d’Italia.
Numerose Famiglie sono state e saranno insignite della medaglia d’Onore della Presidenza del Consiglio.

Ma il 2017 è stato l’anno che ha visto finalmente il riconoscimento istituzionale pieno.

A febbraio una cerimonia ha visto la partecipazione di rappresentanze diplomatiche, militari, civili e religiose di numerosi paesi.

Ad agosto l’equipaggio della nave Palinuro della Marina Militare Italiana, impegnato in una crociera di formazione per cadetti ufficiali, ha tributato un doppio omaggio a terra con un picchetto d’onore ed in mare con il lancio di una corona in navigazione.

Onorcaduti, Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in guerra, ha introdotto nella propria home page ufficiale una sezione specificamente dedicata all’Oria.

Ora, l’omaggio del Presidente della Repubblica offre il maggiore riconoscimento civile che si possa tributare a Cittadini Italiani.

Omaggio ai Caduti dell’Oria dell’equipaggio della Nave Palinuro

Il 14 agosto 2017 l’equipaggio  della Nave Palinuro della Marina Militare Italiana ha commemorato i Caduti dell’Oria presso il Monumento in ricordo del naufragio.

Dal notiziario della Marina: “Il momento più suggestivo è stato tuttavia l’omaggio al monumento ai caduti del Piroscafo Oria, tragicamente naufragato nelle acque di Capo Sunion il 12 febbraio 1944, causando la morte di oltre 4000 militari italiani prigionieri del regime nazista e che stavano subendo il triste destino della deportazione verso i campi di concentramento”.

Un grazie di cuore per il gesto di omaggio della Marina Militare italiana da parte della Rete dei Familiari dei Dispersi nel Naufragio dell’Oria.

del Naufragio del Piroscafo Oria (14 agosto 2017)

L’equipaggio della Nave della Marina Militare Italiana “Palinuro” onora i Caduti nel Naufragio del Piroscafo Oria (14 agosto 2017)

L'equipaggio della Nave della Marina Militare Italiana "Palinuro" onora i Caduti del Naufragio del Piroscafo Oria (14 agosto 2017)

L’equipaggio della Nave della Marina Militare Italiana “Palinuro” onora i Caduti nel Naufragio del Piroscafo Oria (14 agosto 2017)

L'equipaggio della Nave della Marina Militare Italiana "Palinuro" onora i Caduti del Naufragio del Piroscafo Oria (14 agosto 2017)

L’equipaggio della Nave della Marina Militare Italiana “Palinuro” onora i Caduti nel Naufragio del Piroscafo Oria (14 agosto 2017)

Video: Cerimonia  in ricordo dei Soldati italiani caduti in mare in Grecia. Equipaggio della nave Palinuro in navigazione nel Mar Egeo nell’agosto 2017.

Foto: Aristotelis Zervoudis