Archivio mensile:Ottobre 2014

Il Comune di Quarrata dedica due strade e una piazza ai Caduti dell’Oria

Il Comune di Quarrata, in provincia di Pistoia, dedica due strade ai Caduti dell’Oria Domenico Ginanni e Benito Gradi, nati a Tizzana (frazione di Quarrata). Inoltre,  una piazza della Città verrà intitolata agli oltre quattromila  Dispersi del Naufragio del Piroscafo Oria.

ginanni domenico e benito gradi

Appuntamento a Quarrata sabato 15 novembre 2014

  • ore 10 – incontro con lo scrittore Paolo Ciampi, autore del libro La gavetta in fondo al mare con letture di Alessandro Rapezzi. Parteciperanno le 3 classi della terza media che, in questi giorni, stanno studiando la vicenda dei Caduti dell’Oria attraverso la lettura del libro
  • ore 11 – Cerimonia di inaugurazione ufficale delle vie e della piazza

Sarà presente il Sindaco di Quarrata Marco Mazzanti. Accompagnamento musicale di Raffaele Sermi.

Inaugurazione di un monumento ai Caduti dell’Oria

Comune di Carceri

Domenica 9 novembre 2014, nel Comune di Carceri , provincia di Padova, (mappa) in occasione della Commemorazione dei Caduti nelle guerre e nelle missioni internazionali di pace, verrà inaugurato un monumento dedicato ai Caduti dell’Oria.

Programma:

  • ore 11.00 – Santa Messa nella Chiesa parrocchiale con la partecipazione del coro A.N.A Alpini di Este
  • Dopo la Messa nel Piazzale Donatori di Sangue l’inaugurazione del monumento dedicato alla memoria dei Caduti del piroscafo Oria, tra i quali il concittadino Marcello Barbagin. Benedizione e interventi delle Autorità e della Banda cittadina
  • quindi in corteo al monumento in Centro dove sarà deposta una corona d’alloro e reso omaggio a tutti i Caduti

Foto: Abbazia di Carceri  tratta dal profilo facebook del Comune di Carceri

Il nostro amico Silvano Lippi ci ha lasciato.

Silvano Lippi è morto oggi, venerdì 3 ottobre. I funerali si svolgeranno sabato 4 ottobre alle ore 15.30 nella chiesa di San Romolo a Colonnata – Sesto Fiorentino.

Silvano Lippi

Silvano Lippi (24/7/1922-3/10/2014), uno dei seicentomila.
Sottufficiale nell’Egeo, dopo l’8 Settembre 43 si oppose alla Repubblica di Salò, prigioniero in molti campi di concentramento, sopravvisse alla follia omicida nazifascista nel campo di sterminio di Mauthausen. E’ stato testimone lucido e prezioso di una memoria dimenticata sui prigionieri politici della seconda guerra mondiale.