Archivio mensile:Febbraio 2014

La memoria pubblica di una strage a settant’anni di distanza (foto)

Martedì 11 febbraio 2014, presso il Caffé letterario Le Murate di Firenze, si è svolto
un incontro in occasione del 70° anniversario del naufragio dell’Oria.

Foto: Fondazione CDSE

Una lapide sui fondali del mare di Patroklos

lapide-oria

L’11 febbraio 2014, in occasione delle commemorazioni del 70° anniversario, è stata deposta sui fondali del mare di Patroklos  una lapide a memoria della tragedia.

La spedizione subacquea è stata curata da Aqua divers club di Anavyssos  e composta da:  Massimo Serroni (Italia),  Telis Zervoudis (Grecia),  Michele Ghirardelli (Italia), Christos Boiskioitis (Grecia),  Alain Bulbulyan (Francia), Luc Lakeman (Olanda), David White (Gran Bretagna) e Giovanna Maletesta (Italia).

Con speciale gratitudine a Luciano De Donno (Tecnicasubmarina), che ha onorato molti relitti italiani e per primo ha esortato e accompagnato in rappresentanza del loro Paese i sub italiani in un tributo ai Caduti dell’Oria.

Inaugurazione Monumento ai Caduti dell’Oria (foto)

9 febbraio 2014 – INAUGURAZIONE DEL MONUMENTO DEDICATO AI 4000+ CADUTI ITALIANI NEL NAUFRAGIO DEL PIROSCAFO ORIA. Grazie alla municipalità di Saronikos in Grecia (sul cui territorio costiero ebbe luogo il naufragio) e a una donazione privata, è stato costruito e inaugurato domenica 9 febbraio 2014 un monumento alla memoria della terribile tragedia.

Una piazza e due strade per i dispersi dell’Oria

dai blog

La Giunta Comunale di Quarrata, con propria deliberazione, ha deciso di ricordare i due militari quarratini e tutti coloro che persero la vita in quel naufragio per aver rifiutato di prestare giuramento di fedeltà alla Repubblica di Salò, intitolando una piazza ai “Dispersi naufragio del Piroscafo Oria”, una via a Benito Gradi e una via a Domenico Ginanni.

Fonte:  Linee Future.